Biografia
 
PAOLO ANTONIO ARIAGNO
 
Nato a Torino, inizia a sette anni lo studio del pianoforte sotto la guida di Maria Giovanna Lenzi, a Rivarolo Canavese
Dimostra subito una precoce predisposizione per la musica, e all’età di 10 anni scrive la sua prima raccolta di composizioni per pianoforte; pur proseguendo il normale corso di studi, affianca alla pratica dello strumento lo studio dell’armonia con il maestro Luigi Donorà, e delle altre materie complementari del corso di Pianoforte Principale, arrivando a sostenere come privatista tutti gli esami previsti fino all’8° anno compreso.
Nel 1982 si appassiona anche all’Organo liturgico, entra a far parte della cantoria parrocchiale di Ozegna Canavese e, da autodidatta, impara a conoscere e suonare a livello amatoriale questo strumento.
Terminati gli studi superiori, decide però di iscriversi ad Ingegneria, e di dedicare il proprio tempo libero sia alla composizione che all’approfondimento dello studio del pianoforte.
Frequenta corsi di perfezionamento, sia di Composizione con il Maestro Marchetti, sia di Pianoforte, con i pianisti e insegnanti Fabio Luz, Natalia Pavlova e Elena Miakouchko.
A partire dal 2003 esegue registrazioni delle proprie composizioni, tra cui le fantasie “Pangea” e “Rebus”, per pianoforte solista, la raccolta “Suono” di arie per flauto e pianoforte, due Concerti da camera per flauto e pianforte, e recentemente “Egogatto”, tratta da una poesia di Massimo Osti, inizialmente scritta nel 1996 e poi ripresa e completata nel 2014.
 
Paolo Ariagno